Primo piano

« Indietro

Inaugurata la mostra “luce figura paesaggio. capolavori del seicento in Umbria”

Inaugurata la mostra "luce figura paesaggio. capolavori del seicento in Umbria"

Inaugurata la mostra

"Un'operazione culturale di grande valore che, sulla scia della bella mostra sul Sassoferrato - organizzata, anche questa, dalla Fondazione per l'Istruzione Agraria di Perugia  e ospitata nel complesso benedettino di San Pietro - prosegue l'opera di riscoperta di un periodo artistico importante e multiforme, quanto poco valorizzato della nostra regione": lo ha affermato la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini in occasione dell'inaugurazione della mostra "Luce figura paesaggio. Capolavori del Seicento in Umbria" a cura di Cristina Galassi, che sarà aperta al pubblico dal 10 novembre 2018 al 30 giugno 2019. "Anche in questa mostra – afferma la presidente - si distingue l'operato della Fondazione per l'istruzione agraria, erede dell'enorme patrimonio architettonico, storico e artistico tramandato dalla comunità benedettina di San Pietro, alla quale la Regione ha aderito con piacere contribuendo anche con la messa a disposizione di un'opera di Pietro Montanini. È innegabile che, spesso, l'immagine stereotipata dell'Umbria come regione dall'impronta medievale o al massimo rinascimentale, non abbia giovato alla conoscenza e anche alla tutela delle opere d'arte dei periodi considerati ‘minori' – prosegue - Una tale sottovalutazione permise, inoltre, la distruzione o la dispersione di arredi e contesti di edifici ecclesiastici e privati e ritardò la piena consapevolezza di una fase invece vitale e cruciale anche per la cultura della nostra regione. Da allora sono stati fatti molti passi e non possiamo che essere grati a tutti quegli studiosi che operano per l'emersione dall'oblio di importanti testimonianze d'arte e storia e per animare il dibattito storico-critico sul periodo in esame. Grazie all'Università e alla Fondazione per tutto il grande lavoro di ricerca e per tutte le iniziative che si stanno realizzando nel Complesso di San Pietro, luogo simbolo della storia dei benedettini e dell'identità di Perugia e dell'Umbria, unico e ricco di spiritualità e di storia non solo culturale, ma anche di scienze agrarie". 

Inaugurata la mostra